“Popularia aurea” il 28 settembre grande attesa al Teatro Pergolesi di Jesi

popularia-aurea-copertina

JESI – Sabato 28 settembre alle ore 18:00 al Teatro Pergolesi andrà in scena “Popularia aurea”, l’attesissimo evento culturale organizzato dal Collegio Circoscrizionale Marche del Grande Oriente d’Italia ed il Circolo Ernesto Nathan.  Il concerto “Popularia aurea”, partendo dal barocco Bach con un sinuoso percorso artistico fino alla musica moderna unitamente al pensiero filosofico antropocentrico, unisce in un progetto comune il cuore e la mente. La musica barocca è stata l’ispirazione di un grande musicista Heitor Villa Lobos per comporre le famose “Bachianas”, di cui all’interno del concerto viene eseguita la N° 5 “Aria” o “Cantilena”, secondo la denominazione mitteleurpea o sudamericana, che è ispirata proprio all’ ”Aria sulla quarta corda” di J.S.Bach. Villa Lobos ha sviluppato una sorta di musica classica brasiliana, in cui, pur mantenendo la struttura formale e l’atmosfera Bachiana, viene instillato al suo interno lo spirito segnatamente sudamericano più popolare ma contemporaneamente molto onirico e più passionale. A seguire una serie di autori che, come Villa Lobos, hanno intrecciato musica popolare e classica, tanto da portare ad un livello intellettuale delle opere popolari come, Bèla Bartòk, con le “Danze popolari rumene”, Astor Piazzolla ha fatto del tango un’opera intellettuale degna di entrare nelle migliori sale da concerto attraverso La sua “Histoire tango” in cui declina tutto l’iter temporale del tango dimostrando una particolare perizia nella composizione molto ispirata seppur relativamente semplice. Termina il viaggio musicale nella musica ispirata alla cultura popolare con la “Fantasie brillante sur Carmen” di F.Borne sull’opera “Carmen” di George Bizet che esalta la tecnica musicale, l’ispirazione è l’emblema della forza e della felicità, a cui viene abbinata proprio il pensiero di Gaetano Filangieri che è riuscito a trasmettere il concetto di felicità come bene comune e farlo inserire nella costituzione americana attraverso l’intercessione di Benjamin Franklin, alcuni frammenti e aforismi di Virgilio dalle Georgice, Epicuro, lettera sulla felicità a Meneceo, Giordano Bruno che, a causa della sua teoria sulla presenza in ogni uomo e in ogni essere vivente della “Scintilla divina” ha subìto un fatale processo terminato con la sua messa al rogo e Tommaso Campanella che ha teorizzato una fantastica “Città dl sole” in cui tutti vivevano in pace e d’accordo. È un progetto particolarmente simbolico, in cui la musica viaggia tra una serie di simboli musicali e intellettuali, con una inattesa architettura simbolica sul Tetraktis pitagorico che fa da sfondo a tutta l’azione musicale e scenica. Per le musiche Mauro Bibbò al flauto traverso e e Pietro Viti alla chitarra, mentre la voce narrante è affidata a Patrizio Rispo ed Elettra Zeppi che firma anche la regia.

 

SCARICA LA BROCHURE IN PDF

BIOGRAFIA ARTISTI

Mauro Bibbò, apprezzato direttore d’orchestra e esecutore a livello internazionale di trentennale esperienza, si ricordano di lui soprattutto una serie di tournée in Russia da solista e con il trio italo-russo Marijnsky di San Pietroburgo (Soprano, flauto e pianoforte) legato al famoso teatro lirico cittadino. E’ stato direttore dell’orchestra residenziale dell’orchestra di musica antica “Fontegara” di Ravello per circa 10 anni. Si ricordano una serie di concerti a Ravello e in tutta Italia, particolarmente apprezzata una versione originale dei “Carmina Burana” prima in versione medievale orchestrata dallo stesso direttore e poi, nel secondo tempo, la famosa versione di Karl Orff di grande successo. Di recente autore di una registrazione inedita dedicata ai quartetti per flauto e archi di Paisiello, con il quartetto “Musicalfa” (Flauto, violino, viola e violoncello) di cui è flautista solista segnatamente orientato allo studio della copiosa produzione del ‘700 napoletano..

Piero Viti, ordinario della classe di Chitarra presso il Conservatorio di Benevento, ha studiato chitarra classica con Stefano Aruta, proseguendo poi la sua formazione con Angelo Gilardino; si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Avellino ed ha, inoltre, conseguito il Diploma Triennale di Alto Perfezionamento presso l’Accademia “L. Perosi” di Biella; recentemente ha conseguito con il massimo dei voti e la lode la Laurea Specialistica di II Livello in Chitarra del ‘900 presso il Conservatorio di Avellino.
Vincitore di numerosi Concorsi nazionali ed internazionali, ha ben presto intrapreso un’intensa attività concertistica come solista e in vari insiemi cameristici, nonché al fianco di prestigiose orchestre, tenendo numerosissimi concerti e recitals per le maggiori istituzioni internazionali, ovunque accolti da unanimi consensi di pubblico e critica.

Patrizio Rispo: Ha iniziato a lavorare come attore di cabaret con un gruppo chiamato Il criticone, con Francesco Paolantoni e Mario Porfito e nel cinema come stuntman.
Attore di teatro, Cinema e Televisione è noto al grande pubblico per la soap opera trasmessa da Rai 3,
Un posto al sole, dove dal 1966 interpreta il ruolo di Raffaele Giordano.
In teatro ha recitato con Vittorio Caprioli, Eros Pagni, Carla Gravina, Valeria Moriconi. È stato diretto da Egisto Marcucci, Giancarlo Sepe, Giancarlo Cobelli, Massimo Castri.
In
Ricomincio da tre, lo si può riconoscere tra i tre buontemponi che nella scena del pranzo nuziale offrono una banana come regalo di nozze alla sposa.
Per cinque anni ha avuto una compagnia teatrale con Biagio Izzo, Mario Porfito e Mimmo Esposito. Nel 2009 è in tournée con due spettacoli teatrali:
Se devi dire una bugia dilla grossa, per la regia di Stefano Amatucci, con Mario Porfito, Mimmo Esposito e Gea Martire, e Matrimonio a sorpresa di Gaetano di Maio con la compagnia del Teatro Bellini. Nel 2011 recita con Gianfranco e Massimiliano Gallo nella commedia Felici in circostanze misteriose di G.Gallo. Dal 2016 è membro del CDA del Teatro Nazionale Mercadante di Napoli. Ha scritto quattro commedie teatrali. Nel 2003 è stato premiato come miglior attore con la Grolla d’Oro a Saint Vincent. Premio Totò, premio Napoli film festival, premio Pirandello e premio Galà del cinema e della fiction 2011 come miglior attore. Autore di vari programmi televisivi tra cui: L’occhio sul teatro (Rai 3).

Elettra Zeppi Si è formata presso l’ Accademia A.R.C.E.S. Roma – diretta da E. Garinei, esperienze teatrali:Esse.ppi.qqu.erre.C.Fabi, G.Mosca, I Promessi sposi, M.Lapi” , La cantata di Natale T.Paolucci – Er testamento de Romolo – A.Mellini – Vorrei che fosse vero – E.Zeppi – Il Fantasma di Canterville – M.Lapi – Prima della Prima – La Topastra – S.Fabrizi – Edward – I.Filipponi – La Maschera e il Volto– S.Aammirata Otello–V.Poggesi-L’Avaro–G.Scala-Boccaccio, novelle–D.Eritri-E se Dante fosse stato un Cantautore?–D.Eritri-Il Grande Sfracello M.Terenzi e P.MARICONDA – La Bisbetica Domata – A.BRUSI – Rifiuti – S.FABRIZI – Porci e Bugiardi – S.FABRIZI – Fratture – S.FABRIZI – Pappa Reale – G.PURPI
TELEVISIONE
– Telepromozioni Star – Sky – Buona Domenica – Canale 5 – Pimpiripì – T9/Sky – Fermata d’Autobus – FX Sky – Studio Uno Show – RomaUno – Telepromozioni – Mediaset CABARET Dal ad oggi – Live e Convention – ZELIG Lab – Premio Massimo Troisi – Cabaret Amore Mio! – Festival di Grottammare – Comic Ring Show – Laboratorio – Faccia da Comico – direzione artistica S. DANDINI – Spettacoli con U.Kovacevich

popularia-aurea-copertina

SCARICA LA BROCHURE IN PDF